Il Senato approva l’art.15 sulla privatizzazione dell’acqua

Pubblicato il Pubblicato in Senza categoria

Dalla newsletter di http://www.acquabenecomune.org/:

Il Senato ha appena approvato l’art. 15 del DL 135 che spinge alla definitiva privatizzazione del servizio idrico.

Nonostante le oltre 2000 email arrivate ai Senatori -citate in diretta da Gasparri – nonostante le pressioni da più parti messe in campo dai movimenti, l’articolo è stato approvato.

A lor signori servi dei poteri forti diciamo chiaro che noi siamo come l’acqua, trasparenti e sempre in movimento. E che nessun decreto legge fermerà il nostro diritto al futuro.

Tutti in piazza il 18 a Roma e in tutti i territori!

In attesa del testo, alcune note riprese da “Il Sole 24 ore “ di oggi :

a) servizio idrico in gara, introduzione stabile delle SpA miste con tetto massimo di partecipazione pubblica 30%, fine delle SpA a totale capitalepubblico;

b) i soggetti attualmente affidatari possono tuttavia partecipare alla prima gara di affidamento del servizio sul territorio in cui attualmente operano;

c) i privati che fanno parte della società mista devono avere specifici compiti operativi (l’introduzione del termine “specifici” modifica in parte la versione precedente : mentre prima erani i privati ad avere i compiti operativi tout court –soggetto industriale- ora sembra che basti qualche compito operativo);

d) eliminato il parere preventivo dell’Authority sulle richieste di deroga.

e) decreto attuativo da presentare entro il 31 dicembre 2009

Per il resto, credo che siamo tutte/i concordi sul fatto che bisogna intensificare la lotta, a cominciare da oggi all’approvazione del decreto alla Camera.

E chiamare tutte/i alla mobilitazione nazionale del 18, davanti al Parlamento e in tutti i territori.

Sono d’accordo nel chiamare i Sindaci davanti al Parlamento. E largo alla fantasia e alla determinazione : è tempo di disturbare i manovratori.

Tutte le notizie aggiornate su http://www.acquabenecomune.org/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *