Italia, decreto legge rifinanzia con 224,8 milioni di euro le missioni militari all’estero

Pubblicato il Pubblicato in Senza categoria

Il ministro La Russa: ‘La Difesa e gli Esteri copriranno la differenza con i loro bilanci ordinari’.

Con un decreto legge il governo italiano ha rifinanziato le missioni militari all’estero stanziando un totale di 224,8 milioni di euro. A dare notizia della misura è stato il ministro della Difesa Ignazio La Russa che ha dichiarato “Inizialmente era prevista una spesa di 181 milioni, quindi l’integrazione è stata fatta a carico dei bilanci della Difesa e degli Esteri che hanno accettato di implementare con il loro bilancio ordinario”. Secondo quanto sostenuto dal ministro il provvedimento sarebbe giustificato data “la permanenza di 400 soldati aggiuntivi in Afghanistan e da un rientro dal Kosovo più lento del previsto”.

Il titolare della Difesa italiana ha poi precisato che nel periodo novembre-dicembre i militari italiani in Afghanistan saranno 3150 e quelli in Libano 2080. “In Libano – ha argomentato il politico – c’è una riduzione molto modesta di 20 militari. La riduzione del contingente saràa maggiore quando cederemo il comando. E’ possibile però un breve prolungamento del mandato italiano”.

Intanto Paolo Ferrero, segretario di Rifondazione Comunista, ha chiamato l’opposizione a schierarsi contro la partecipazione italiana in Afghanistan e il Pd a farlo contro provvedimento, che rifinanzia le missioni all’estero fino al 31 dicembre 2009. “Il governo delle destre – ha sostenuto Ferrero – ha appena votato, in consiglio dei ministri, il rifinanziamento delle missioni militari dell’Italia all’estero, a partire da quella, nefasta e sciagurata, che ci vede impegnati in Afghanistan. Il governo Berlusconi si caratterizza come il governo della guera mentre i lavoratori e i pensionati del nostro Paese non riescono ad arrivare a fine mese”.

Via | peacereporter.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *