Tutto il mondo è paese…Non solo Sarkozy jr ecco la carriera dei «figli di»

Pubblicato il Pubblicato in Senza categoria

«Sarkozy, adottaci tu». Un gruppo di giovani socia­listi si è presentato ieri all’Eli seo con tanto di moduli per l’adozione. «Vogliamo essere come Jean». Tutti come il Delfi no, l’enfant prodige, il figlio biondocrinito del presidente francese che a soli 23 anni, non pago della poltrona di con sigliere provinciale nel feudo paterno di Neuilly, è diventato il candidato forte per guidare la Défense, il quartiere finan ziario di Parigi con i suoi 43 grattacieli.

Le guardie hanno bloccato lo scherzo degli aspi ranti fratelli. Non ha scherzato invece Rama Yade, ministra dello Sport, ex «figlioccia ribel le » di Sarko: l’esponente politi co più popolare di Francia ha detto in tv che il presidente non dovrebbe ignorare «le emozioni» che il caso ha susci tato nell’opinione pubblica. Il presidente pensa piuttosto al le emozioni di Jean «gettato in pasto ai lupi», lui così bravo, così titolato. Altro che nepoti smo: «In Francia vige la meri tocrazia».

Naturalmente: la penserà così anche Ali Bongo, novello presi dente del Gabon, pri mogenito di Omar, de funto sempiterno lea der dell’ex colonia fran cese. Vero che, prima di essere nominato ministro del la Difesa dal padre, Ali si era messo in luce solo in un’occa­sione, organizzando in patria il concerto di Michael Jackson nel 1992. Però per diventare numero uno ha comunque do vuto sconfiggere una concor renza agguerrita (sorella e cognato).

Per leggere per intero l’articolo di repubblica.it clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *