Iran, semplicemente torturato

Pubblicato il Pubblicato in Senza categoria

Lo arrestarono nel 1981.

Mi arrestarono perché sono iraniano, perché sono un giornalista e perchè appartenevo a un partito di sinistra

L’articolo completo è sul Corriere. Nel 1981, Hoshang Asadi fu rinchiuso in prigione a Teheran. Sotto tortura, disse d’essere una spia. Confessarono pure molti suoi amici, poi giustiziati. Lui fu rilasciato dopo 6 anni. Oggi vive a Parigi con la moglie Nooshabeh Amiri. Scrivono per il sito di informazione iraniano Rooz Online.

E’ stato torturato. Costretto ad abbaiare. Ha dimenticato come si parla. Ha perso sette denti. Ha tentato il suicidio, mangiato i suoi escrementi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *