Ultime notize IRAN

Pubblicato il Pubblicato in notizia

Carica degli agenti anti-sommossa. La denuncia degli iraniani su Twitter
La protesta nell’anniversario del decennale della strage dell’Università Teheran, la polizia spara almeno 2 morti e 12 feriti.

Appello in rete: mandate medici e personale specializzato Ragazze si tolgono il velo per tamponare le ferite dei dimostranti.

Almeno due manifestanti sarebbero stati uccisi da colpi d’arma da fuoco e altri 12 sarebbero rimasti feriti negli scontri con le forze di sicurezza a Teheran, secondo alcuni messaggi comparsi su Twitter, il sito di microblogging che i giovani iraniani usano per raccontare le proteste.

La polizia iraniana ha sparato colpi in aria per disperdere migliaia di manifestanti scesi in piazza, nonostante il divieto imposto dal regime. Lo hanno riferito alcuni testimoni, secondo cui diversi dimostranti vicini al leader riformista Mir Hossein Moussavi sono stati arrestati dalle forze di sicurezza iraniane nel centro della capitale.

http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/esteri/iran-6/polizia-spara/polizia-spara.html

Il racconto degli scontri da Teheran. La protesta è estesa a tutto il Paese. A Qom starebbero protestando anche i mullah. Arresti e brutalità. Si manifesta sui tetti “In piazza Azadi tre feriti gravi Si cerca di sfondare i cancelli del carcere”.

Fatemeh Karimi è una studentessa iraniana che, come tanti altri, sta vivendo questi giorni di paura, rabbia ed emozioni. Giorno per giorno, riferisce sul nostro sito quello che vede e sente, quello che vedono e sentono i suoi amici.

Fatemeh scrive anche sul sito “AgendaComunicazione.it” che da tempo si occupa dei temi dell’informazione e che dà molta attenzione alla vicenda iraniana.

Gli scontri stanno continuando in tutto il paese. A Teheran davanti alla prigione di Evin la gente protesta e cerca di entrare e sfondare i cancelli. In piazza Azadi al centro città tre persone sono state ferite in modo grave. Bloccate le strade la protesta si è spostata sui tetti della capitale iraniana. Le grida “Allaho Akbar”(dio è grande), risuonano per i cieli di Teheran.

http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/esteri/iran-fatemeh/fatemeh-karimi-6/fatemeh-karimi-6.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *